Nell’anno 1916 Rudolf Steiner disse che all’inizio del 21° secolo il male si sarebbe manifestato in una forma di cui al momento – cioè allora – non era ancora possibile parlare.

Questo fatto accadde nel 1916!

Per noi questo evento è direttamente alle porte, la maggior parte di noi lo sperimenterà!

E tutto questo è anche il motivo per cui Manu desidera incarnarsi nel prossimo secolo.

Egli vuole scatenare un poderoso movimento popolare che costruirà un contrappeso all’oscura civiltà materialistica che si sta formando.

Entro brevissimo tempo, così immagino, egli raccoglierà attorno a sé numerosi uomini pervasi da una profonda inquietudine per la civiltà ad orientamento materialistico che domina il mondo.

Ed egli collaborerà con un gruppo più piccolo di uomini che fanno parte della “corrente della conoscenza”, con lo scopo di aiutare gli uomini sulla Terra a riconoscere le intenzioni di Arimane.

Senza la conoscenza della scienza dello spirito ciò non sarà possibile!

Egli invierà nel mondo numerosi gruppi di persone per destare gli uomini dal sonno arimanico.

L’inizio di ciò lo vediamo già oggi; c’è un disagio profondo in un gran numero di uomini che non hanno niente a che fare con l’Antroposofia e che dentro di sé manifestano la sensazione ”la civiltà contemporanea si rivolge esclusivamente alla mia testa!”

Ho sovente sentito dire da persone giovani: “Siamo diventati apparecchi registratori”, “i nostri cervelli sono diventati cervelli elettronici” e “siamo soltanto capaci di riprodurre ciò che ci è stato insegnato senza pensare in modo individuale”.

Eppure un essere umano ha anche un cuore, dei sentimenti, o no?

Non lasciamo che la nostra gioventù cammini in un deserto.

Il trucco di Arimane consiste nel fatto che cominciamo il più presto possibile allo sviluppo dell’intelletto nella scuola, preferibilmente già prima del quarto anno di vita.

Ciò ha due conseguenze: da un lato un grandissimo numero di esseri umani viene distrutto anticipando lo sviluppo intellettuale; dall’altro lato si forma un grande bacino di disagio spirituale.

Questo bacino prima o poi romperà la diga dell’intellettualismo cercando con grande potenza di trovare uno sbocco.

Quando arriverà quel momento dovranno esistere ed essere pronti gruppi di persone che siano in grado di afferrare queste anime che hanno perso ogni sicurezza e che siano capaci di proteggerle dalle mani di Lucifero.

Perché è ciò che accadrà: una volta rotti i soffocanti vincoli di Arimane, ci si precipiterà nel caldo abbraccio di Lucifero.

Di fronte a questo futuro, all’interno del movimento antroposofico, dobbiamo imparare a lavorare assieme nei gruppi.

Non ha importanza di quale gruppo si tratti: se gruppi di studio, comunità di vita, gruppi di lavoro.

Mandare avanti insieme in modo umano una scuola, gestire un’azienda agricola, dirigere un’impresa…

Dobbiamo essere preparati per le cose che verranno.

Suppongo che il punto massimo della lotta sarà raggiunto tra il 2020 e il 2040.

Allora si spalancheranno abissi di demoni.

Al confronto, il nazionalsocialismo e il bolscevismo impallidiranno.

Milioni di persone vi periranno.

Ma saranno anche milioni ad opporvisi!

E come tutte le volte precedenti, sarà presente Manu per dare il suo aiuto, così come indubbiamente fu presente nel passato nella grande battaglia in Messico.

La chiamata sarà rivolta a molti, e molti, per la loro libera volontà, si affiancheranno a Manu.

 

Zeist novembre 1992

 

Bernard Lievegoed, Della Salvazione dell’Anima   Natura e Cultura Edizioni

WhatsApp Scrivici su WhatsApp