Leggi e Decreti

SUPERFICIE ED ENFITEUSI: DIRITTI REALI DI GODIMENTO

SUPERFICIE E ENFITEUSI: DIRITTI REALI DI GODIMENTO

Che cosa è la superficie?
La superficie consiste:
1) nel diritto di costruire al di sopra del suolo altrui un’opera il cui superficiario, quando l’abbia realizzata, acquista – a titolo originario – la proprietà separata da quella del suolo che invece resta al concedente.
2) nella proprietà separata di una costruzione già esistente di cui un soggetto diverso dal proprietario diviene titolare mentre la proprietà del suolo resta al concedente.
Se la costruzione non esiste si ha un diritto reale su cosa altrui che si estingue se il titolare non costruisce per vent’anni.
Se la costruzione esiste già si ha una proprietà della costruzione separata da quella del suolo.
La superficie ha una durata?
La superficie può essere perpetua o a termine. In quest’ultimo caso, alla scadenza la proprietà della costruzione passa al proprietario del suolo gratuitamente.
Quali sono i modi d’acquisto della superficie?
I modi di acquisto della superficie sono:
– contratto: sia a titolo gratuito che oneroso;
– testamento;
– usucapione (una volta realizzate opere visibili di attuazione del diritto).
Quali sono i poteri del superficiario?
Il superficiario ha la libera disponibilità della costruzione che è una sua proprietà separata.
Se il diritto di superficie è a tempo determinato, la scadenza del termine, fa venire meno il suo diritto ed estingue i diritti costituiti dall’usufruttuario stesso.
Il perimento della costruzione estingue il diritto?
No, il superficiario può ricostruire sul suolo in base al diritto di superficie concessogli.
Che applicazione ha nella prassi il diritto di superficie?
Il diritto di superficie trova ampia applicazione nella prassi ed esempio negli edifici condominiali in cui la proprietà del suolo appartiene a tutti i condomini e le singole proprietà a ciascun condomino.
Che cosa è l’enfiteusi?
L’enfiteusi attribuisce alla persona a cui favore è costituita il potere di godimento che spetta al proprietario su un bene immobile salvo l’obbligo di apportare modifiche e di pagare al proprietario stesso un canone periodico che può consistere in una somma di denaro o in una quantità fissa di prodotti naturali.
L’enfiteuta può mutare la destinazione del fondo purchè non lo deteriori.
Ha una durata l’enfiteusi?
L’enfiteusi può essere perpetua o a tempo ma non può mai avere una durata inferiore a 20 anni.
Quali sono i modi di acquisto dell’enfiteusi?
I modi più diffusi di acquisto sono:
– contratto;
– testamento;
– usucapione.
Quali poteri la legge attribuisce all’enfiteuta e al concedente?
La legge attribuisce:
– all’enfiteuta il potere di affrancazione per effetto del quale lo stesso enfiteuta acquista la piena proprietà sul fondo mediante il pagamento di una somma di denaro.
– al concedente il potere di devoluzione per effetto del quale lo stesso concedente – in caso di inadempimento da parte dell’enfiteuta all’obbligo di non deteriorare il fondo – libera il fondo stesso da diritto.
Avv.  Michela Muratore
– Ricordo che dal mese di luglio 2016 l’avv. Michela Muratore ha iniziato a collaborare con la nostra associazione, ed è quindi disponibile per prestare assistenza e consulenza  ai soci Agri.Bio con una  scontistica sui servizi erogati: se avete problematiche che abbiano bisogno della consulenza di un legale  rivolgetevi a lei  per sottoporre  liberamente e gratuitamente le vostre domande attraverso la e-mail avvocato@agribionotizie.it oppure telefonando direttamente in sede.

WhatsApp Scrivici su WhatsApp