Londra, «super-batteri» come la «Grande peste» del 1665: in caso di epidemia possibili 80mila vittime
By Archimede
È emergenza nel Regno Unito, ma non solo, per la diffusione di infezioni causate dai cosiddetti «batteri resistenti agli antibiotici» (Amr o Antimicrobial resistance infection) che potrebbero causare, in caso di una «epidemia», fino a 200mila casi di pazienti contagiati e 80mila vittime.
Il rapporto governativo
Il dato emerge da un allarmante rapporto del governo britannico, che per la prima volta rivela le stime delle possibili vittime dell’infezione da “super-batteri”, il cui contagio è diffuso soprattutto negli ospedali. Il rapporto è stato pubblicato lo scorso mese, ma i contenuti sono apparsi solo lunedì sul Guardian. Il testo lancia nuovamente l’allarme sulla necessità di sviluppare nuovi antibiotici perché, in caso contrario, anche operazioni di routine potrebbero diventare procedure ad altissimo rischio. Non solo. Secondo il rapporto il rischio di nuove infezioni da batteri antibiotico-resistenti è «destinato significativamente ad aumentare nel corso dei prossimi 20 anni».

WhatsApp Scrivici su WhatsApp