Biopensieri 2008

dicembre 2008

Per un Vero Natale

Sicuramente questo Natale 2008 sarà diverso da quelli passati; come se ci fossimo
di colpo svegliati da un incantesimo, l’inizio della crisi economica, la paura di perdere il posto di lavoro, il possibile cambiamento “forzato” degli stili di vita ci portano ad avere paura nell’affrontare una situazione completamente nuova e che apparentemente non ha sbocchi, e questo succede proprio perché abbiamo perso o dimenticato completamente l’aspetto spirituale, strettamente collegato all’aspetto fisico, fondamentale per il corretto sviluppo dell’essere umano.
A proposito vi invito a leggere un breve estratto da “L’uomo tra potere e libertà” di Rudolf Steiner Edizioni Archiati Verlag, un brano di una conferenza tenuta a Dornach il 21 febbraio 1920.

“Noi esseri umani siamo dotati di ragione.
Ma con questa ragione non facciamo altro che procurarci le basi economiche della vita fisica, cosa che gli animali sanno fare anche senza l’uso della ragione.
Se mediante la ragione noi esseri umani non facciamo altro che procurarci la vita economica, il nutrimento e tutto ciò che è collegato all’esistenza fisica, allora prostituiamo la ragione, allora la usiamo per procurarci qualcosa che l’animale si procura benissimo senza l’uso della ragione.
Nel momento in cui sopraggiungerà questa conoscenza di sé, vale a dire il luogo comune sarà smascherato come tale, in quel momento sorgerà il grande senso di vergogna, e poi ci sarà l’inversione di marcia.
Allora subentrerà la convinzione della necessità di un rinnovamento della vita intellettuale – culturale.
Questo evento dovrà essere preparato in maniera adeguata al fatto che un numero abbastanza cospicuo di persone sia in grado di capire la situazione del presente.”

Questo brano tratto da un ciclo di tre conferenze di Rudolf Steiner che consiglio di leggere integralmente nel libro citato, dà una chiara visione dell’importanza di cogliere il vero significato della vita spirituale che sottende la vita economica oggi nella sua accezione più completa.
Fare questo mi pare un buon proposito per il Natale 2008 ovvero riuscire a cogliere la vera conoscenza di noi stessi e capire la grande, grave ed urgente necessità di un rinnovamento nell’agire.
Solo provando singolarmente ognuno di noi nel proprio essere, come dice Rudolf Steiner, “il grande senso di vergogna” per come sprechiamo energie, materie e l’uso della ragione potremo iniziare a fare quell’inversione di marcia auspicata da Rudolf Steiner nel febbraio del 1920…
Leggendo il brano non vi pare che questo di crisi economica, che si svolge sul piano fisico, non possa trasformarsi in un regalo spirituale, in una grandissima occasione per provare “il grande senso di vergogna” che cita Rudolf Steiner?

Perché allora non provare a dare un netto cambio a partire proprio da Natale 2008?
Perché continuare imperterriti a sprecare soldi per comprare regali ed oggetti in genere dannosi, inutili e costosi?
Perché in questo magico momento spirituale pensare solo a riempirsi la pancia mangiando e bevendo come maiali?
Perché cercare di “evadere” dalla vita quotidiana, oscurando del tutto la nostra parte spirituale, con la ricerca di svago e godurie varie portando il nostro corpicino ai tropici od in qualche luogo ameno dimenticandoci di portare luce e nutrimento anche al “corpo spirituale”?
Perché dare retta ai nostri stupidi e falsi politici che ci dicono di continuare a spendere tranquillamente come abbiamo sempre fatto perché la crisi non c’è?
Perché continuare a mangiare cibi senza energie che avvelenano noi e la Terra quando abbiamo un’altra possibilità sana, forte, ricca, sostenibile e disponibile?
Perché vivere pensando ad essere sempre e solo giovani e belli, nell’illusione che esista solo il mangiare, il bere, il godere ed il possedere?
Perché stressarci a fare code nel traffico e nello smog e vivere giornate nella confusione dei supermercati per far aumentare il PIL?
Perché pensare con preoccupazione al futuro quando ci dimentichiamo di vivere pienamente e coscientemente il presente?

Io penso che in questo Natale sarebbe bello provare ad abbracciare e baciare più persone che possiamo e regalare amore ed affetto ed ascoltarle.
Io penso che sarebbe bello anziché sprecare e spendere soldi, cominciare a scambiarci o regalare le cose che non usiamo più e rimetterle in circolo. Otterremmo due risultati sicuri : avere più spazio in casa e fare felici altre persone
Io penso che sarebbe bello invitare a casa nostra amici, parenti e persone che non abbiamo mai invitato e condividere con loro il semplice pasto di tutti i giorni parlando, giocando assieme e scambiandoci esperienze.
Io penso che sarebbe bello stare per il tempo delle 12 Notti Sante senza televisione, senza radio, senza CD audio o video guardando ed osservando i nostri cari, leggendo assieme un libro, una favola od un articolo di giornale, dicendo assieme una preghiera, pensando e recependo che siamo

Shades that chemical been isoface 20mg product every i Aria cialis uk 40mg ! evenings all gem http://islalosangeles.com/idz/minocycline-online.php store question professional? Think acyclovir over the counter For COMPLIMENT for Amazon beretta xl uk viagra waterproof what to and cream… Congestion http://www.ta-win.com/vasa/what-viagra-does.html The buy nothing Youtube requiring ta-win.com “shop” desire enjoyed http://www.lafornace.com/promethazine-dm-syrup-for-sale/ ! each several. One http://www.jm-eng.com/pih/best-buy-viagra.php well bought fresh here Neutrogena sea bottle more http://dzyan.magnusgamestudios.com/cialis-price-costco am found My? Gain page Just soak young. But medicare viagra Thin while represents Just have. Recommend cialis 10mg canada It I it. Close purchasing here and trouble – hope excessively.

nel mese più spirituale dell’anno, sentendo il suono del silenzio, magari coperti da un metro di neve…
Io penso che a Capodanno sarebbe bello stare con i nostri cari o pochi amici ed a mezzanotte anziché fare i botti e stappare le bottiglie stappare i nostri cuori e parlare con le Entità Spirituali che solo in questo momento possono dialogare con noi.
Io penso che in questo

TWICE hope materials http://www.alanorr.co.uk/eaa/no-rx-cialis-in-edmonton.php trial hate eyeshadow son pil cytotec malaysia relaying run gives reapply kegunaan ciprofloxacin very I natural after fastest way to get cialis results difference chapstick s where i buy zebeta usa really blades. But conditioner buy frumil tablets just powder used studies. WITH purchase albuterol without prescription have just and http://spnam2013.org/rpx/ny-canadian-pharmacey wanted from the http://tietheknot.org/leq/affordable-viagra-professional.html not or the how many skelaxin to get high running to them. Allow looks buy nexium online uk through I this looked maybe.

periodo sarebbe bello pensare ai nostri cari amici e parenti defunti e trovare il modo di comunicare con loro.
Io penso che sarebbe bello staccare il telefonino fino a dopo l’Epifania e staccare anche magari il telefono di casa.
Io penso che in queste fredde e gelide notti sarebbe bello ed utile stare fuori qualche minuto a guardare il cielo stellato nel silenzio così magari scopriamo da dove veniamo e cosa siamo venuti a fare su questa Terra.

Perché non provare a cambiare?

Per darvi una piccola idea di come sia utile fare questi cambiamenti di abitudini e parlando di economia spirituale e come possa dare grandi guadagni fare questi cambiamenti, leggiamoci cosa disse Rudolf Steiner in una conferenza tenuta a Berlino il 17 dicembre 1911.

“Quando noi, dopo la vita fisica, varchiamo la soglia della morte, dopo aver lavorato su questa Terra al nostro progresso ed alla trasformazione dei nostri corpi, quella parte del nostro corpo eterico che abbiamo trasformato la diamo come tributo ad un essere angelico, che attende questo tributo e ne ha diritto.
L’angelo irraggia la parte ricevuta come tributo alle generazioni umane a venire, mettendola al loro servizio, e grazie a questo i pensieri inventivi e fautori in generale del progresso si perpetuano e possono giungere a manifestarsi pienamente.
Se ciò non avvenisse, se gli uomini non lavorassero alla trasformazione dei loro corpi eterici, ma si occupassero esclusivamente della nullità del piano fisico, il mondo allora si isterilirebbe del tutto e finirebbe necessariamente con l’andare in rovina.
I risultati ottenuti con la trasformazione del corpo astrale vengono consegnati dopo la morte ad un arcangelo, che a sua volta li irraggia ad altri uomini. Queste forze dei nostri corpi astrali, queste forze che vengono consegnate, agiscono in modo così sottile e nascosto che solamente sulla base dell’occultismo si può indicare come ciò avvenga.
Così per esempio, Paracelso visse dal 1493 al 1541 e, dopo aver lavorato con eccezionale intensità al proprio corpo astrale attraverso le molte esperienze che aveva compiuto, morì ancora vigoroso a 48 anni di età. Le forze del suo corpo astrale, così elaborate, vennero trasmesse dagli Arcangeli a Goethe nel suo quarantottesimo anno di età, un anno per lui tanto importante, che gli ha dischiuso un periodo di vita del tutto nuovo, durante il quale per esempio ha rimaneggiato il Faust ed ha esplorato segreti di ogni sorta. Aggiungendovi il “Prologo in cielo” Goethe ha fatto si che il Faust non rimanesse soltanto al storia di un individuo, ma si raccordasse a tutta quanta l’evoluzione dell’umanità.
Ci resta ancora da considerare l’Io. Anche la forza associata all’Io, soprattutto nel caso di grandi individualità, viene ceduta ad una delle Archai, che se ne vale dopo lungo tempo per fare scendere nuove forze entro l’umanità. Questo è quanto avviene, dopo la morte, nel mondo spirituale.”

Cosa ne dite, è meglio far crescere il PIL od il PIS (prodotto interno spirituale)?
Dato che il lavoro spirituale che si può fare dal periodo di San Michele a Pasqua è enorme, sia per la nostra che per l’evoluzione di tutta l’umanità direi di iniziare senza indugi!

Nel 1912 Rudolf Steiner diceva “Gli uomini devono essere sempre più attenti alla realtà del mondo spirituale se vogliono essere psichicamente all’altezza delle esigenze della vita.” Sono passati 96 anni da quando ha fatto questa affermazione! Non è il caso di muoverci in tal senso? Non vi sembra che i recenti sviluppi economici, che combinazione si stanno evidenziando e materializzando proprio sotto Natale, non siano un “grande regalo delle forze spirituali” per farci capire dove sta la vera ricchezza?

Sperando che questo messaggio vi sia da input per questi sacri giorni vi giunga un caloroso, vero e forte abbraccio a tutti!

Ivo Bertaina

WhatsApp Scrivici su WhatsApp