Biopensieri 2014

ottobre 2014

LA FECONDAZIONE ETEROLOGA

Oggi viene considerato una cosa assolutamente normale, approvata e sponsorizzata dallo stato (in minuscolo) e dalle chiese (sempre in minuscolo) che un anonimo “veterinario – inseminatore” diventi il fecondatore (a pagamento) delle donne che non possono avere figli ma che egoisticamente lo vogliono avere a tutti i costi.
L’atto di procreazione, uno degli atti più sacri, profondi e delicati del genere umano oltre che venire dato in mano ad uno sconosciuto ed al caso dell’anonimo e congelato spermatozoo conservato in un frigo per mesi (e non nel calore animico dell’amore coniugale); e come se non bastasse ancora questo atto di puro egoismo viene pagato con regolare fattura, come se si andasse a “spermatozoi – puttani”; prima l’atto- meccanico della fecondazione costava circa 3000 – 3500 €, oggi grazie al grande aiuto delle regioni (sempre più minuscole) questo “servizio meccanico -sessuale” costa solo più 600/650 €, come se le disastrate casse delle regioni avessero tanti soldi da sprecare per atti stupidi ed ignobili come questo, sostenuti da quasi tutto il confuso ambito spermatozootico politico, come un atto di civiltà e di “progresso democratico” affinchè tutti si possano riprodurre freddamente per calcolo e senza amore e solo per un insano egoismo. Il bello è che la chiesa (minuscola) e praticamente tutte le confessioni religiose approvano o semplicemente nulla eccepiscono su questo barbaro ed arimanico metodo riproduttivo che con lo spirito divino ha nulla a che fare.
Mia moglie ed io quando abbiamo deciso di provare ad avere figli eravamo concordi nel fatto che se non fossero arrivati avremmo sicuramente adottato qualche bimbo che sicuramente ancora oggi a migliaia nel mondo aspettano nuovi padri e madri che li amino e non avremmo mai cercato tecniche non – umane per averli.
Cosa è che giustifica questo atto che io personalmente ritengo barbaro, bestiale e profondamente inumano?
Il fatto che secondo la scienza (che studia solo la materia e non conosce più nulla delle origini della vita) il tasso di fecondità umana sia scesa oggi a livello mondale al 16% circa, un po’ pochino …. Ed invece di chiederci come mai questo tasso sia sceso così in basso in pochissimi decenni si trova la brillante soluzione di sostituire all’Amore Umano (con la A e la U maiuscola) dell’incontro di due esseri coscienti e consapevoli che si amano, il gesto di introdurre forzatamente (una violenza) spermatozoi assolutamente sconosciuti, che sicuramente mai avrebbero incontrato normalmente quell’ovulo, per creare (SENZA CALORE E SENZA AMORE) ma solo per stupido ed ottuso egoismo una nuova vita, orfana dell’elemento basilare per la creazione di una vita: il calore umano dell’AMORE e pieno solo di stupido e becero egoismo per un “giochino” mancante a genitori intellettualmente bambini insensibili e freddi, ovvero “un bambino (tutto????) nostro”.
Se si fosse fatto uno studio sui risultati della fecondazione artificiale applicata agli animali, per esempio con le vacche, cosa che purtroppo succede ormai da oltre 40 anni, si sarebbero visti i risultati ottenuti: un vero disastro: calo ancora maggiore della fertilità, riduzione dei periodi di calore, aumento degli insuccessi di monta artificiale, aumento della consanguineità nei vitelli nati con possibilità sempre maggiori di malattie (5 o 6 tori italiani che vengono masturbati a vita per raccogliere le loro preziose sementi sono i padri di praticamente tutti i vitelli italiani) e riduzione drastica della biodiversità genetica, è come se usassimo i “semini” di Renzi e qualche altro politico nazionali per inseminare tutte le donne italiane, pensate cosa ne verrebbe fuori????
Secondo gli scientifici dati dei sostenitori della fecondazione eterologa, con questo stupido, freddo e barbaro modo di fecondare – senza calore e senza amore le possibilità salgono ben al 30%, ma se guardiamo all’inizio del ‘900 la percentuale umano di fertilità era oltre il 90% ed ancora oggi in qualche paese poco inquinato ed industrializzato queste percentuali sono ancora vicine all’80% … Dove sarà mai la causa di questa perdita di fecondità che si traduce inequivocabilmente nel suo meccanico- rimedio in una perdita anche di facoltà di pensiero umano????
Per esempio nel cibo sempre più morto ed avvelenato che mangiamo ogni giorno, per esempio da troppi decenni! Pensate alla quantità di prodotti agricoli senza semi, ibridi ed OGM ed avvelenati che assumiamo, senza troppo pensarci, ogni giorno da quasi 50 anni e che magari ci vengono propinati come prodotti legati al territorio, od a Km zero (avvelenati) o peggio ancora simil-bio! Pensate a che razza di prodotti di merda mangino gli animali dei quali ci nutriamo o ne assumiamo latte, formaggi o uova!
Già nel 1920 Rudolf Steiner asseriva che il cibo che si mangiava allora ogni giorno non era più sufficiente per un sano sviluppo umano, oggi dopo 90 anni sicuramente le cose sono molto peggiorate … Sempre R. Steiner aveva affermato che Arimane si sarebbe incarnato all’inizio del XXI secolo in un essere del quale non si sarebbero conosciuti né il padre, né la madre e questo fatto delle inseminazioni artificiali magari con ovuli donati etc. non ricorda forse un po’ queste caratteristiche? Certamente per la classe medica la fecondazione umana artificiale è un vero e grande businnes ma cosa procurerà questo all’essere umano: di diventare ancora più sterile! Ma non solo fisicamente ma anche e soprattutto spiritualmente!!!
Dato che l’essere umano è sceso sulla Terra per sviluppare, dare e ricevere amore, mi sembra proprio che questo metodo della fecondazione eterologa che può andare bene per fare un tornio o un martello non sia proprio adatto e soprattutto moralmente sensato per un essere umano che si dichiari tale.
Quindi torniamo ad abbeverarci alla fonte dell’amore: ad amare innanzitutto noi stessi, ad amare il mondo e gli animali e le piante che lo abitano e vedrete che anche la fertilità che significa letteralmente “portare vita” ci farà comprendere che non sono i “veterinari-inseminatori” che portano la vita ma la violentano e la staccano dalle sue radici e reimpariamo ad udire i suoni della vita discendere nuova e diversa ogni momento dalle stelle attraverso le forme del mondo che ci circonda.

Ivo Bertaina

WhatsApp Scrivici su WhatsApp