Biopensieri 2011

luglio 2011

LA GUERRA DI TUTTI CONTRO TUTTI

Già nel 1920 Rudolf Steiner indicava il periodo 2008 – 2012 come l’inizio della “Guerra di tutti contro tutti” e col passare degli anni, mai come ora, si avverte che quella profezia era purtroppo molto reale ed esatta. Fra l’altro l’apice ultimo di questo scontro fratricida e totale sarà solo tra circa 300 anni, avremo quindi da divertirci e da sudare ancora per molto tempo!
Fino a poco tempo fa le lotte erano di stati contro stati, di religioni contro religioni, di partiti contro partiti, di famiglie contro famiglie mentre oggi le stesse lotte sono diventate interne agli stati, alle religioni, alle famiglie ed ai partiti e diventano sempre più personali con strane ed improbabili alleanze di interesse temporanei e trasversali.
Queste cose sono molto evidenti oggi per esempio nella politica italiana e non solo: dive ci scanna veramente senza nessuna minima regola e si distrugge il più possibile, soprattutto in un’epoca di grande difficoltà non solo economica dove invece il più semplice buon senso ci direbbe di fare esattamente l’opposto, ovvero di unire le forze per gli interessi basilari comuni.

L’interesse comune però è oggi un pallido ed effimero sogno e tutto si trasferisce inesorabilmente sul piano materiale e personale: c’è fame di esperienze animiche forti e distruttive. Goethe diceva che “la vita esiste grazie alla morte” e probabilmente per cercare e trovare un’altra via che porti ad una “vita spirituale” della quale oggi senza saperlo siamo tutti affamati, occorre distruggere scientemente la vita terrena.
Leggevo proprio in questi giorni che i divorzi stanno aumentando in maniera considerevole e la durata media di un matrimonio in Italia è oggi di soli 15 anni.
Che significato ha tutto questo?
Secondo me che lo spirito umano si ribella e sta cercando disperatamente una sua via per emergere dal pantano nel quale il materialismo lo ha irrimediabilmente sprofondato.

Oggi tutta l’attenzione è concentrata su un unico obiettivo: l’economia.
Nel campo dell’economia si vedono tre cose: il capitale, la manodopera umana e la merce; chi ha il capitale controlla la manodopera e fa il prezzo delle merci.
Ma la questione sociale non vive solo nell’economia, è più complessa ed articolata: è triarticolata, esiste anche una questione culturale ed una questione giuridico – statale oltre a quella economica e dovrebbero agire autonomamente e non essere in mano ad uno stesso soggetto …
Oggi spesso si parla di solidarietà sociale, ma cosa dev’essere socializzato? Come dev’essere socializzato? Da chi?
Chi oggi pensa di andare avanti e risolvere le cose con le istituzioni concepite col modo di pensare del passato si abbandona a facili e fugaci illusioni, lo dimostra chiaramente la crisi economica mondiale alla quale nessuno sa dare risposte nemmeno nel breve termine, altro che nel lungo termine!
Oggi mancano le idee; la grossa crisi oggi è la mancanza di idee innovative, in linea con i tempi, si fa politica, economia, giustizia, solidarietà e cultura con idee morte, puzzolenti e sorpassate!!!!

Per esempio, per la produzione economica si spreca energia? Sapete che per esempio nell’auto oltre il 60% dell’energia per far muovere il veicolo viene sprecata?
Di solito nel lavoro oggi almeno la metà dell’energia impiegata è sprecata con l’effetto di avere manodopera sprecata e produttività minata.
Vi è poca conoscenza scientifica delle leggi dell’industria, tutto si regge sul caos, per non dire altro.

“Quelli che vivono di rendita ed i fannulloni sono un’ulcera sociale, ammalano il corpo della società” diceva R. Steiner e oggi questa condizione è la più ambita da molti giovani e vecchi, tutti vorrebbero avere lo stipendio assicurato e potersi divertire senza limiti facendo il meno possibile. Questa non è una vita sana!
La nostra vita economica è molto malata proprio perché ha perso la sua reale via ela meta spirituale.

La guerra di “tutti contro tutti” è stata definita da Rudolf Steiner di “uno contro tutti”, ovvero oltre ai “nemici storici” Lucifero ed Arimane, in questo periodo storico si sono anche aggiunte le forze degli Asuras: questi tre combattono, ognuno con le proprie armi, per il possesso del cuore dell’uomo, per impedirgli il regolare sviluppo del suo essere spirituale che andrà a formare la decima Gerarchia.
Proprio per questo già molti esseri umani sono visibilmente preda delle forze luciferiche, arimaniche ed asuriche e come succubi di queste forze si apprestano a sferrare attacchi di inaudita ferocia contro i seguaci del Cristo che però riceveranno aiuti veramente forti e possenti dal mondo spirituale.
Questa lotta porterà nel tempo e nell’evoluzione a trasformare in questi esseri oltre che la propria interiorità anche l’aspetto fisico, la divisione dei due schieramenti sarà visibile anche fisicamente, basterà guardare in volto il nostro vicino per comprenderne l’appartenenza.
Rudolf Steiner ha detto chiaramente che già all’inizio di questo millennio cominceranno a nascere esseri umani che porteranno impressi nella propria fisicità i tratti caratteristici dell’uno o dell’altro fronte, ovvero le caratteristiche, il karma, sviluppato nelle vite precedenti che darà forma anche al corpo fisico.
Occorre però sottolineare che anche se le linee direttrici sono state tracciate, l’essere umano non è destinato a sicura vittoria o ineluttabile fallimento: tutto dipende da come l’essere umano userà la sua libertà per incamminarsi sul sentiero della Redenzione tracciato dal Cristo; ovvero accettare senza esitare la fatica, il dolore che ci verranno incontro, ma anche il premio più alto che è la realizzazione di Sé.
Questa strada si percorre per la maggior parte da soli, spesso in solitudine, ma sempre con l’aiuto incondizionato del mondo spirituale, per darci la possibilità di avanzare con coraggio nella nostra lotta di “uno contro tutti”.

Proprio per aiutarci in questo Rudolf Steiner ci ha donato una grande ed inesauribile fonte di energia di rinnovamento contenuta in questo grande e meraviglioso “Mantram dell’era di Michele” che non a caso è iniziata alla fine del 19° secolo e che ci accompagnerà per i prossimo tre importantissimi e durissimi secoli.
Sono convinto che la recita, la lettura e la meditazione giornaliera di questa grande preghiera, di questo “inesauribile pronto soccorso di energia spirituale” vi aiuterà e vi sosterrà come sta aiutando me.
Come dice il Vangelo di Giovanni 8,32 “Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi.”
Buona Lotta a tutti sempre con la massima consapevolezza e la forza di sapere di mai essere soli in ogni momento della nostra vita.

Ivo Bertaina

MANTRA DELL’ERA DI MICHELE

Occorre
sradicare dall’anima
tutta la paura ed il timore
di ciò che il futuro
può portare all’uomo.
Occorre
acquisire serenità
in ogni nostro sentire
e nelle nostre sensazioni
per quanto riguarda il futuro.
Occorre
guardare avanti
con assoluta tranquillità d’animo
verso tutto ciò che ci potrà accadere
ed occorre
solamente pensare
che ogni cosa che avverrà
ci è data da una direzione del mondo
piena di saggezza.
Questa è una parte di ciò
che occorre conoscere in questa era:
cioè saper vivere con assoluta fiducia
senza nessuna sicurezza sull’esistere,
confidando nell’aiuto infinito e sempre presente
del Mondo Spirituale.
Veramente,
niente altro faremo;
poiché se il nostro coraggio non si indebolirà,
sarà disciplinato il nostro volere.
Ed ogni giorno ed ogni sera
cerchiamo il risveglio interiore
nel profondo di noi stessi.
O Michele,
io mi raccomando alla tua guida
con tutta la forza del cuore,
così che questo giorno possa diventare
l’immagine della tua volontà di porre ordine nel destino.
(Parole di Rudolf Steiner, da appunti di un diretto discepolo: F.W. Zeylmans van Emichoven)

WhatsApp Scrivici su WhatsApp