Secondarie

LA COPERTURA DEL SUOLO: SOVESCI, INERBIMENTI, INTRASEMINA E PACCIAMATURA

Per avere un terreno vitale è fondamentale che il suolo sia sempre coperto, ovvero che abbia uno strato vivente che lo protegga dal freddo, dal calore, dal vento e dall’erosione delle piogge; solo in questo modo si protegge  e si nutre il delicato strato superficiale  dove è massima la vitalità ma è anche massima la delicatezza  degli elementi vitali presenti. Per ottenere  questo esistono diversi metodi:

  • Il sovescio
  • L’inerbimento
  • L’intrasemina
  • La pacciamatura

Il sovescio è una pratica agronomica consistente nella semina e poi nell’interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. Il sovescio po’ durare da un paio di mesi fino ad un anno. I risultati che si possono ottenere sono di vario tipo:

– aumento della sostanza organica nel terreno

– rallentamento dei fenomeni erosivi

– mantenimento del contenuto di azoto nitrico

  • controllo delle infestanti

Si possono usare sovesci con una decina di famiglie di piante diverse: particolarmente importante è il sovescio di leguminose  e graminacee in quanto queste sono tra le poche specie vegetali in grado di fissare direttamente l’azoto atmosferico e di “occupare” fino ad elevata profondità il suolo. Con questo sovescio si trasferisce, tramite l’azotofissazione, azoto dall’atmosfera al terreno.

Il sovescio, quindi, rappresenta un mezzo per concimare i terreni, anche nei paesi caldo – aridi, soprattutto quando non riusciamo ad apportare humus col compost  ed  una pratica molto utilizzata nell’agricoltura biologica: lasciare il terreno nudo è sempre una pessima pratica agricola.

I terreni sono spesso troppo compattati e con una struttura che impedisce di svolgere le normali funzioni biologiche. Con una miscela da sovescio si può migliorare notevolmente la struttura del terreno ed arricchire la vita del sottosuolo migliorandone la fertilità. In tal modo aumenta anche la biodiversità che determina un equilibrio naturale tra i vari elementi utili a contenere e/o evitare problemi causati da insetti dannosi. Sono utili piante con una grande forza di crescita, con radici che riescono a sgretolare il terreno ed arrivare in profondità. La parte aerea deve attirare una notevole quantità di insetti utili per un lungo periodo.

In questo contesto la terra aumenta rapidamente in sostanza organica ed altre sostanze nutritive. Le miscele hanno anche l’importante funzione di eliminare le infestanti, anche le più difficili (come la gramigna).

L’inerbimento è una tecnica  più lunga  di copertura di essenze di erbe che durano da 2-3 anni fino anche a 10-12 anni: la durata dipende anche molto dal tipo di terreno ed in ogni caso soprattutto su una coltura frutticola non andrei mai oltre i 5-6 anni di inerbimento, perché poi in terreno ha bisogno di essere aerato ed aperto e quindi riseminato.

Lintrasemina è una pratica che si usava molto nei cereali: dopo aver seminato il grano od il cereale autunnale a febbraio, marzo si seminava a  mano sopra soprattutto del trifoglio che nasceva coi primi calori primaverili e se ne stava lì fermo e col taglio del grano  cresceva deciso con una duplice funzione:  coprire  e proteggere il terreno nel periodo di massima calore (giugno, luglio, agosto) e  dare un taglio di erba fresca  tenera per il bestiame e oppure un bel taglio di fieno autunnale.

La pacciamatura è invece una tecnica  che consiste nel coprire il terreno  per proteggerlo dai fenomeni sopra descritti con:

  • paglia, erbe appena sfalciate o fieno
  • BRF (legno cippato), gusci di nocciola
  • teli traspiranti di diverso spessore e durata
  • semina di trifogli nani od essenze di piccola taglia

questo sistema permette di proteggere il terreno soprattutto nell’orto od attorno ai fusti degli alberi da frutto e permette di   evitare la crescita di erbe infestanti, mantenere l’umidità e l’idratazione del terreno ed evitare l’erosione.

 

Sul sito www.agribioshop al link http://www.agribioshop.it/28-sovesci troverete una  lista molta vasta di di miscele da sovescio e da inerbimento disponibili con i relativi miscugli.

 

Ivo Bertaina

WhatsApp Scrivici su WhatsApp