Orticole

LA COLTIVAZIONE DEL FAGIOLO E FAGIOLINO

  • Fanno parte della Famiglia delle Leguminose, si consociano con cetriolo, fragole, carote, cavolfiori, patate, pomodori, sedano, rape, ravanelli. I fagiolini devono stare lontani dai finocchi e vanno tenuti lontani anche dalla cipolla (infatti in generale vengono soffocati da cipolle, aglio e scalogni). I fagioli si sviluppano bene quando sono alternati a carote e cavolfiori. I fagiolini crescono anche bene accanto alla santoreggia che è inoltre l’erba aromatica adatta per cucinarli.
  • Si possono alternare con le patate, le patate tengono lontano il tonchio, i fagiolini riducono l’attività della dorifora.
  • È bene seminare i fagioli in modo che la loro fioritura non coincida con il periodo di volo del tonchio, altrimenti esso deporrà le uova nei fiori, creando la premessa per lo sviluppo delle larve dentro i baccelli e causando danni alla pianta. Il tonchio dei fagioli nasce da un minuscolo uovo che la femmina ha deposto in un fiore di fagiolo.

Riferimenti bibliografici

  • “Controllo ecologico delle erbe infestanti” di Adriano Del Fabbro (La casa verde Gruppo Demetra) pag. 22
  • “Calendario dei lavori agricoli – Lunario e planetario secondo il metodo biodinamico 2017” di Pierre Masson (Terra Nuova Edizioni)
  • “Il suolo – Un patrimonio da salvare” di C. e L. Bourguignon (Slow Food Editore) pag. 83
  • “Leguminose – Un aiuto per l’agricoltura biodinamica” di Almar von Wistinghausen (Editrice Antroposofica) pagg. 122-123
  • Quaderno n. 5 di Biodinamica “Le consociazioni vegetali e il loro impiego” di R. B. Gregg e H. Philbrick (Editrice Antroposofica) pagg. 49-50, 85
  • Quaderno n. 6 di Biodinamica “Il libro degli insetti – Metodi non tossici del controllo degli insetti” di J. E H. Philbrick (Editrice Antroposofica) pagg. 31, 106

Fabrizio Testasecca

 

WhatsApp Scrivici su WhatsApp