Agri.Bio.Edizioni

IL VINO DAL CIELO ALLA TERRA, LA VITICOLTURA BIODINAMICA – NICOLAS JOLY

 IL VINO DAL CIELO ALLA TERRA, LA VITICOLTURA BIODINAMICA – NICOLAS JOLY

Da qualche anno ormai molti viticoltori, prendendo coscienza del valore del territorio nell’espressione del proprio vino, si sono convertiti all’agricoltura biodinamica. Tra questi si contano naturalmente i domaines più famosi, ma anche numerose aziende vitivinicole di minor prestigio e tuttavia capaci di migliorare la qualità dei propri prodotti in modo spettacolare. Con la sua azione sottile, come l’omeopatia in medicina, la biodinamica consente al vino di riflettere la personalità del proprio territorio, restituendo un senso al concetto di “denominazione di origine controllata” (DOC). “Più ci allontaniamo dalle leggi del vivente, più imponiamo artifici che non erano indispensabili, tanto per la cura della vigna quanto per migliorare il vino”. La vinificazione in cantina viene rimessa al posto che le compete, non considerandola più come un correttivo per le inadeguatezze del lavoro in vigna, ma al contrario come l’esaltazione della qualità delle vendemmie. Questo genere di pratica agricola non consiste nel rafforzare la vitalità del suolo nella sua tipicità impregnandolo di materie animali e vegetali (composto), ma nell’aiutare il vegetale a nutrirsi di luce e calore (miglioramento della fotosintesi). Il suolo è considerato come l’ultimo anello, o il testimone, di un mondo più sottile, meno tangibile, che è situato nell’atmosfera. In primo piano viene posta l’importanza dei pianeti e dei relativi cicli astrologici, poiché la biodinamica considera i suoli come specchi del cosmo. Un’opera fondamentale, un punto di riferimento per l’agricoltura biodinamica applicata alla vigna.

Casa Editrice: AgriBioEdizioni

Pagine: 285

Prezzo: 30,00 euro

ACQUISTA ONLINE IL NOSTRO TESTO “IL VINO DAL CIELO ALLA TERRA, LA VITICOLTURA BIODINAMICA”

il-vino-dal-cielo-alla-terra-la-viticultura-biodinamica-nicolas-joly

WhatsApp Scrivici su WhatsApp