Articoli TecniciBioDinamica

IDEE SULL’USO DEI PREPARATI DA SPRUZZO USATI IN SINERGIA CON I PREPARATI DA CUMULO

Solitamente non si usano i preparati da spruzzo dinamizzati assieme ai preparati da cumulo, adducendo il fatto che R. Steiner  nel Corso di Koberwitz non ne ha accennato, invece  da  vecchi testi e riviste di agricoltura biodinamica si capisce chiaramente che i primi agricoltori bd ne facevano già un uso combinato  e secondo le prove che ho fatto in campo questo connubio dà una ottima interazione   e risultati visibili. Proprio su un vecchio testo di biodinamica degli anni ’30 si consigliava, quando si iniziava ad usare la biodinamica, di aggiungere alla dinamizzazione del  primo  cornoletame una dose di tutti i preparati da cumulo  proprio per “smuovere” e rivitalizzare il terreno.

In questo articolo vi racconto cosa faccio, come li ho abbinati e come li ho ritmati secondo il corso dell’anno. Partendo dal presupposto che dove vi sono le giuste vibrazioni vi è vita sappiamo che l’acqua ha in sé  una notevole varietà di vibrazioni e soprattutto conserva la memoria delle vibrazioni che ha ricevuto durante la dinamizzazione.

Se irrigo una pianta le vibrazioni dell’acqua, per simpatia o risonanza, mettendo in vibrazione le radici i batteri ed i funghi della pianta la fanno crescere. Ma l’acqua da sola non basta, ci devono anche essere sostanze che innescano dei processi  formativi vitali, sostanze con le quali costruisce  la  forma e la  sostanza della pianta. La terra ha molte meno vibrazioni dell’acqua e l’aria ha delle vibrazioni diverse come  quelle della luce e del calore.

Se l’acqua viene dinamizzata, con un principio attivo appropriato, aumento e seleziono queste vibrazioni. Da cosa viene portata la giusta risonanza? R. Steiner con i preparati bd dinamizzati ci ha  dato la formula per creare risonanze specifiche legate ai periodi (ritmi) dell’anno.

  • In autunno – inverno con l’uso del 500 (Sole invernale 16 settembre – 11 marzo) servono ed agiscono nella Terra le risonanze formative di Mercurio, Venere e Luna:
  •  Per attivare e sostenere i processi legati a Mercurio da usare quando ho piante che stentano a crescere e   piante deboli accompagnerò l’azione del 500 col 503 (Camomilla)   nel periodo che va dal 16 settembre (Vergine) al 22 novembre (Bilancia), periodo che accompagna i processi   formativi dello zolfo che elaborano il calcio transustanziandolo in azoto, processi che aumentano e favoriscono la crescita (movimento) delle piante e dell’humus. Se desidero portare in qualsiasi momento dell’anno i processi di movimento di Mercurio, che vedo mancanti, accompagnerò l’azione del 500 con il 503
  • Per attivare e sostenere i processi legati a Venere che vanno dal 23 novembre (Scorpione) al 19 gennaio (Sagittario) usare il 500 col 502 (Achillea) che accompagnano i processi dello zolfo e del potassio e della nutrizione aiutando la strutturazione della forma della pianta. I processi di Venere sono processi formativi e nutritivi   che alimentano l’attrazione tra forma e sostanza. Anche qui quando vedo in una pianta una povertà di processi strutturanti e formativi userò con il 500 il 502. La dose consigliata di ogni preparato da cumulo per ettaro è di 15 grammi.
  • Per attivare e sostenere i processi legati alla Luna , periodo che va dal 20 gennaio (Sagittario) all’11 marzo (Acquario) usare il 500 col 505 (Quercia) che accompagnano i processi del calcio che bilancia e matura   il corpo eterico difendendo la pianta dalle malattie. Posso usare il 500 col 505 in qualsiasi momento dell’anno dove ho problemi di eccessi o carenze eteriche o di qualsiasi malattia.
  • In primavera ed estate con l’uso del 501 (Sole estivo 12 marzo – 15 settembre) servono ed accompagnano la formazione della pianta le risonanze formative di Marte, Giove e Saturno:
  • Per attivare e sostenere i processi legati a Marte che vanno dal 12 marzo (Pesci) al 13 maggio (Ariete) usare il 501 col 504 (Ortica) che accompagna i processi formativi del ferro aiutando e sostenendo la verticalità della pianta e ne aumenta le “difese immunitarie”. Se in ogni momento dell’anno ho problemi di piante che “non stanno in piedi”, hanno problemi di allettamento e/o voglio aumentare le loro difese immunitarie userò il 500 od il 501 con il 504.
  • Per attivare e sostenere i processi legati a Giove che vanno dal 14 maggio (Toro) al 19 luglio (Gemelli) usare il 501 col 506 ed accompagna i processi formativi e ricettivi della silice che lavorano sulla pianta per la formazione di aromi, gusto, colori, oli essenziali, forme, sapori, conservabilità. Quando ho piante coltivate in ombra, periodi di poca luce, o frutta e verdura che non sviluppano bene questi processi qualitativi userò il 501 col 506: è molto utile usarli un mese prima della raccolta.
  • Per attivare e sostenere i processi di Saturno che vanno dal 20 luglio (Cancro) al 15 settembre (Leone) usare il 501 col 507 che accompagna i processi del fosforo e della formazione del seme e delle forme archetipe. Se ho queste carenze nella pianta e soprattutto se voglio sviluppare piante da seme, rigenerare le sementi, formazione di alcool, aromi, gusto e sapori userò sempre il 501 in abbinamento col 507
  • nel compost bd ben allestito e rivoltato abbiamo tutto il complesso di risonanza (di comunicazione) del sistema solare ed anche il relativo richiamo vibrazionale zodiacale
  • I preparati bd usati nel ritmo giusto portano la giusta risonanza, ma questa risonanza deve essere amplificata e vivificata: io consiglio di usare 15 grammi di preparato da cumulo per ettaro dal 502 al 506 e 25 ml di 507.
  • La dinamizzazione bd la amplifica e vivifica le specifiche vibrazioni dei preparati
  • La dinamizzazione va fatta nell’asse Pesci -Vergine (per questo al mattino presto si usa il 501 ed alla sera il 500)
  • Con la bd posso spostare ed usare a mio piacimento questi ritmi naturali
  • Facciamo qualche esempio:
  • Se ho bisogno di migliorare gusto, profumi, conservabilità, aromi e colori attiverò il processo formativo del fosforo (507) o della silice (506)
  • per esempio usando questi preparati sulle fragole a maggio   porterò ed attiverò in questo periodo il processo formativo che di solito si attiva pienamente da fine luglio a metà settembre
  • Se ho bisogno di attivare il processo formativo radicale su dei cavoli seminati a luglio abbinando col 500 il 502, 503 e 505 attiverà questo processo
  • Se ho piante alle quali per troppa pioggia manca la verticalità userò il 500 col 504 attivando il processo di Marte

E così via, si possono studiare decine di abbinamenti e di combinazioni che diventano utili e mirati per azioni specifiche.

In questo modo l’agricoltura diventa creativa nel vero senso della parola e posso usarla in base alle esigenze pratiche. È questa la genialità creata con i preparati da R. Steiner dei quali non usiamo ancora nemmeno il 20% delle sue potenzialità!

WhatsApp Scrivici su WhatsApp