Articoli TecniciBioDinamicaSecondarie

I COADIUVANTI PER DINAMIZZARE I PREPARATI BIODINAMICI

E’ molto utile usare con il 500  ed il 501 delle tisane o macerati che ne esaltano e ne amplificano   l’azione o ne indirizzano l’effetto, da miscelare nell’acqua  tiepida prima della dinamizzazione. Già durante il corso di Koberwitz R. Steiner consigliò  ad alcuni agricoltori di fare una tisana con delle foglie della coltura da trattare  per metterla nell’acqua da dinamizzare in modo da “indirizzare” l’azione del preparato dinamizzato: per esempio se stiamo usando il 500 per la vite, fare una piccola tisana di foglie del vitigno od in assenza di  queste, di  un bicchiere di vino.

Per 50 litri di acqua  da dinamizzare si prendono 10-15 grammi della pianta secca e si fa una tisana  o macerato con 1-2 litri di acqua: si filtra e si versa il liquido nell’acqua da dinamizzare.

Questi coadiuvanti vanno usati con ritmo, regolarità e nei momenti indicati: si possono anche usare più coadiuvanti insieme.

Eccovi alcuni esempi  di coadiuvanti per la dinamizzazione  che possono essere implementati dalla vostra fantasia e dalla vostra esperienza.

  • Macerato di gusci d’uova, che è un calcare vivente, era sempre usato col 500 dai primi biodinamici già dagli anni ’30: vedete la ricetta dei gusci d’uova nell’articolo precedente
  • Macerato d’ortica porta verticalità ed aumenta le difese immunitarie della pianta
  • Macerato di melissa  aiuta  e facilita la digestione della sostanza organica
  • Tisana di rosa canina, ricca di silice e di forze formative, è molto indicata per  il 501, 506 e 507
  • Tisana di equiseto, antifungino naturale in forma preventiva, da usare col 500 e 501 e sempre con i dissuasori bd fungini
  • Tisana di piante coltivate,  se avete delle coltivazioni di  grano,  mele, nocciole uva  etc, fate una tisana con qualche foglia o rametto della coltivazione sulla quale andrete ad usare il preparato da spruzzo, questo indirizzerà l’azione del preparato su quella coltura   
  • Tisana di digitale purpurea è molto utile per  abbinare al 500 su terreni  carichi di prodotti chimici
  • Tisana di camomilla favorisce la radicazione,  ed accompagna molto la pianta in fase di stress termici od  idrici; si possono  usare al posto il 503
  • Tisana di quercia aiuta contro molte malattie delle piante, si può usare anche il 505
  • Tisana di achillea e tarassaco, portano ed accrescono processi floreali e  formativi
  • Macerato o tisana di foglie di bosco, prendere una bella manciata di foglie di diverse specie di alberi del boschi vicino alle vostre coltivazioni e fatene un macerato od una tisana: è molto indicata per frutteti, vigneti e noccioleti che sono poveri di forze astrali,  questo coadiuvante  riporta i suoni, le vibrazioni eteriche originarie e forti  della Natura del bosco, vibrazioni che aiutano e riequilibrano terreni poveri, chimici o abbandonati.
  • Macerato di zeolite, lasciare a bagno in 3-4 litri di acqua 200 grammi di zeolite ed unirla nell’acqua per la dinamizzazione del 500: porta forze di luce e di calore rinnovatici per il terreno
  • Macerato di EM (microrganismi effettivi): mettere 100 grammi di EM  in macerazione con 500 grammi di zucchero in acqua tiepida (da 32 a 37°)  per almeno 48 ore e poi unirlo all’acqua per dinamizzare il 500 od il Fladen: aiuta, accelera  e moltiplica la digestione della sostanza organica e la riproduzione di funghi e batteri

Ci sono ovviamente molte altre possibilità di accompagnare l’azione del preparato da spruzzo con altre piante e se ne avete usate altre e ce lo comunicate potremo farle conoscere a tutti.

WhatsApp Scrivici su WhatsApp