Oggi il tema dell’energia è un tema scottante, che fa paura, crea tensioni personali ed internazionali ed è un tema fisso della comunicazione: in effetti con il calo del potere di acquisto dei nostri salari diventa sempre più difficile affrontare le spese per l’energia del cibo, l’energia della casa e per l’auto, l’energia per il tempo libero e per i nostri bisogni e soddisfazioni personali soprattutto per un semplice motivo: tendiamo sempre e solo ad accumularne e siamo disposti pochissimo a darne.
Accumulare energia significa essenzialmente però creare irrigidimento e nell’irrigidimento questa non fluisce più bene, creando dei blocchi che sono assolutamente negativi e pericolosi.
Dovremmo capire che invece dare energia è una delle cose più salutari ed utili di questa vita: dare significa mettere in flusso il surplus che naturalmente tutti noi abbiamo e questi surplus possono essere di moltissimi tipi.
Cominciamo a pensare alla “falsa” energia del denaro e del potere : è comune pensare che avere tanti soldi ci metta al sicuro da ogni problema. Avere soldi significa avere sicurezza di fare fronte ad ogni bisogno, avere potere e soggezione da parte degli altri per le nostre ricchezze o per la carica lavorativa che ricopriamo. E questo in parte può essere vero in quanto con tanti euro possiamo comprare tante cose, spesso superflue, ma questi surplus sicuramente ci rendono difficile avere l’energia che più ci serve: l’amore.
Chi ha potere e denaro viene solitamente, anche se non palesemente, invidiato e forse odiato e chi gli sta attorno lo fa quasi sempre per cercare di poter “usare” ed usufruire di una parte di quel potere e di quei soldi, quindi cerca di prendere e sicuramente è poco disposto a dare, quindi si creano rapporti molto falsi, si diventa quello che si chiamano “leccaculi” (mai termine è stato più giusto), nel senso di cercare di leccare la “merda” del potere di quella persona, ci si ciba letteralmente degli avanzi del nostro uomo (o donna) di potere annullandosi completamente. Non so se avete mai visto quando si muove un politico importante oppure un uomo di successo (attore od industriale): si crea una scia di persone che lo seguono, senza sapere dove si va, ma si segue la scia sgomitando per stargli più vicino, come una processione religiosa che però di religioso non ha assolutamente niente. Se lo vedete o se vi vedete in televisione noterete che è assolutamente assurdo, stupido ed inutile fare queste processioni, fare parte di questi esseri senza volontà che cercano di vivere di riflesso, non di vita propria, sono dei parassiti a tutti gli effetti. Di “leccaculi” oggi ce ne sono molti, è un lavoro di moda e forse con tutti gli additivi, dolcificanti ed insaporitori chimici che si sono creati la “merda” fa meno schifo ma fa indubbiamente schifo il comportamento di uomini e donne sempre più senza volontà e senza idee e poi dicono che la prostituzione sia proibita….
Anche agli uomini potenti farebbe bene perdere il codazzo di parassiti che hanno perché così magari ridiscenderebbero sulla terra e sentendosi probabilmente più soli farebbero qualcosa di utile per gli altri.
Il tema dell’energia petrolifera è sotto gli occhi di tutti: guerre continue per accaparrarsi le fonti migliori in Arabia o dove serve, prezzi che aumentano di mese in mese ma nessuno si ferma o fa una protesta per questo, si va e basta.
Poi oggi diversi politici, di destra, di centro e di sinistra, in campagna elettorale si sperticano a dire che occorre riavere anche in Italia il nucleare: come se non si sapesse che a parte i notevoli rischi del nucleare e delle scorie che ci mettono migliaia di anni per perdere la loro immensa pericolosità (quindi significa scaricare su centinaia di generazioni future la nostra stupida sciocchezza) facendo finta di non sapere che anche il nucleare è, come tutte le risorse terrestri, limitata, e dai dati che si hanno con le centrali nucleari di oggi che danno il 6% dell’energia mondiale, si potrà con tutte le risorse nucleari possibili arrivare al massimo al 2050 e poi saranno (per fortuna) per sempre esaurite. Quindi aprire nuove centrali significa spendere immense somme per avere le centrali tra dieci anni, se va bene, quindi 2020, e poi ridurre il termine di esaurimento dei combustibili nucleari dal 2050 al 2035??????
Questi stupidi, falsi ed irragionevoli politici è possibile che non sappiano questi quattro conti elementari??????
Oggi il mondo deve correre, continuare a correre sempre di più, il PIL è la parola magica, aumentare il PIL, aumentare le ricchezze, ma dato che la ricchezza è limitata perché la terra è un pianeta che ha dei limiti fisici come mai potremo avere un continuo aumento?
L’unica energia che possiamo aumentare a dismisura è il PIL dell’amore.
Il nostro amico A. Thimmayah ci ha detto che nel Bhutan, un piccolo paese vicino all’India retto da una monarchia, il PIL viene considerato sul benessere personale di ogni cittadino e non sulle risorse. Pensate se ad ogni italiano o ad ogni terrestre si chiedesse: qual’è il tuo grado di benessere personale? Cominciate a rispondere voi.
Come ho detto l’unica energia senza limiti è l’amore: cominciamo a guardare chi ci sta intorno e pensare se facciamo di tutto perché sia felice, abbracciamola, guardiamola negli occhi e parliamole.
Comincia di qui il nuovo, comincia di qui la politica di volerci bene, perchè solo se amiamo saremo amati ed amare è più importante di essere amati ed amare costa niente e da tanta felicità ed aumenta il PIL.
Pensate solo all’esempio dell’agricoltura biologica e biodinamica: l’agricoltore amando la terra (non avvelena, non inquina, aumenta il tenore di humus nel terreno, la vita degli animali è sana, etc.) ottiene dei prodotti più vitali dalla terra, non hanno residui chimici, danno più energia a chi li consuma. L’agricoltore dona amore alla terra e la terra dona prodotti pieni di amore all’uomo.
Cominciamo di qui, con questo facile e semplice esempio: più io dono e più ottengo.
Per avere più energia occorre riiniziare a guardare alle illimitate energie cosmiche che l’uomo ha dimenticato e che sono lì che ci aspettano per aiutarci: pronte e gratuite. Il grande Gustavo Rol diceva che la chiave dell’energia è data dal rapporto del colore verde, dalla quinta musicale e dal calore.
Sicuramente questo discorso meriterebbe più tempo ma per ora mi fermo qui, mi farebbe piacere avere dei vostri pensieri in merito e nei prossimi Biopensieri svilupperemo ancora questi temi.
Mandatemeli ad agribiodinamica @alice.it.
Un forte , forte abbraccio con amore a tutti,

Ivo Bertaina

WhatsApp Scrivici su WhatsApp