Schede Preparati BD

COME USARE AL MEGLIO IL 506 – IL PREPARATO DI TARASSACO

Il preparato di tarassaco o 506  è allestito   a  giugno con   fiori di tarassaco inseriti  in un mesentere di un animale domestico messi a maturare  in  un contenitore con della torba in un luogo fresco,  estratto e sotterrato a fine settembre e  dissotterrato e pronto per l’uso  dopo Pasqua. Io per l’allestimento seguo il metodo di L. Kolisko (vedi “L’agricoltura del Domani” Agri.Bio Edizioni, metodo consigliato direttamente da R. Steiner a L. Kolisko dopo il corso di Koberwitz). Il metodo solitamente usato è invece di allestirlo a fine settembre e  metterlo a maturare direttamente sotto terra  fino a Pasqua.

Questo preparato, come tutti quelli che vanno dal 502 al 507, viene chiamato “preparato da cumulo”. L’uso di questi preparati, solitamente, è limitato all’allestimento del compost biodinamico. Io li utilizzo anche singolarmente od uniti ad altri preparati facendo riferimento alle prime sperimentazioni che furono elaborate negli anni ’25 – ’35.

Queste indicazioni che seguono non vogliono e non possono essere esaustive per l’uso del preparato ma semplicemente indicazioni che ho colto con la mia esperienza e che metto a disposizione di chi voglia studiare, provare e sperimentare e che pensi che l’agricoltura biodinamica sia in continua evoluzione e non una scienza fissa e fessa. Va fatto presente che il mondo  biodinamico  tedesco  in genere non approva e considera errato l’uso dei cosiddetti “preparati  da cumulo”  per uso singolo o diverso dal cumulo: pensate che  molti biodinamici tedeschi non inseriscono i preparati da cumulo nel Fladen perché non lo ha detto R. Steiner.

  • Nella 5a Conferenza di Koberwitz R. Steiner afferma “Per poter attrarre le forze cosmiche è necessario il silicio e deve crearsi una corretta azione reciproca tra la silice ed il potassio e non il calcio. La pianta che in virtù della propria relazione tra silice e potassio sia in grado di trasmettere questo suo potere è il tarassaco. È straordinariamente benefico per le zone   in cui prospera. La sostanza così ottenuta darà la possibilità di attrarre dall’atmosfera e dal cosmo tanta silice quanta è necessaria alla pianta per renderla realmente sensibile verso tutto ciò che agisce dall’ambiente, e attrarre a sé per propria attività ciò di cui ha bisogno. Per poter crescere realmente le piante devono avere una specie di sensibilità.”
  • nei suoi appunti del corso scrive “Nel processo organico esiste una misteriosa alchimia per cui se il potassio lavora in modo corretto viene trasformato in azoto. Esiste un rapporto qualitativo reciproco tra carbonio ed idrogeno che è affine al rapporto tra ossigeno e azoto. Sotto l’influsso dell’idrogeno vengono continuamente trasformati il carbonio ed il potassio in elementi di natura azotata: l’azoto deve generarsi così” Su questo passo sono da fare molte meditazioni e sperimentazioni.
  • E dice ancora un’altra cosa importante “Nell’organismo il silicio viene di nuovo trasformato in una sostanza che ha una straordinaria importanza e che per ora non viene ancora annoverato tra gli elementi chimici”
  • Sempre dagli appunti del Corso di Koberwitz “L’acido salicilico attiva il concime. Il piombo lo rende tale da distribuirsi opportunamente nella pianta.
  • Il mercurio e l’arsenico ne stimolano la vita”
  • il 506 porta i processi di Giove (silice) ed è in relazione alle forze dell’Ariete
  • Si consiglia di usare con il 501 il 506 (15 gr.) ed il 507 (25 gr. inseriti negli ultimi 20 minuti) dinamizzato e spruzzato   25-30 giorni prima della raccolta: esalta colori, forme, sapori, aromi, gusto, croccantezza, grado alcolico e conservabilità nel frutto.
  • il 506 lavora sulla fioritura e sulla fruttificazione: è da usare su piante che hanno scarsa fioritura
  • il 506 migliora la qualità del polline, dovrebbero usarlo molto gli apicoltori
  • il 506 rende atta la pianta a trasformare (transustanziare) la luce in materia fisica
  • il 506 svolge una azione opposta rispetto al 502: mentre il 502 terrestrizza la pianta, la apre e la relaziona alle forze telluriche, il 506 la cosmicizza, la apre e lamette in relazione alle forze cosmiche.
  • Questo preparato usato dal 14 maggio (Toro) al 19 luglio (Gemelli) usato col 501 accompagna i processi formativi e ricettivi della silice che lavorano sulla pianta per la formazione di aromi, gusto, colori, oli essenziali, forme, sapori, conservabilità. Quando ho piante che non sviluppano bene queste caratteristiche consiglio di usare il 501 col 506: è molto utile usarlo sempre col 507 un mese prima della raccolta.

Il 506 si conserva come gli altri preparati bd nella cassa dei preparati da cumulo ed  occorre controllare sempre lo stato di conservazione del preparato  506 perché tende ad essere troppo umido: per questo  motivo non è utile conservarlo nel vetro che tende ancora di più ad inumidirlo, ma conservatelo nel rame o terracotta.

Ogni altra vostra idea o suggerimento, sperimentazione fatta con l’uso del 506 mi sarebbe molto gradita perché solo collaborando e scambiandoci le informazioni siamo veramente umani e cresciamo  e facciamo crescere gli altri insieme.

ACQUISTA ONLINE SUL NOSTRO AGRIBIOSHOP IL PREPARATO DI TARASSACO

Ecco la cristallizzazione sensibile del 506 Agri.Bio fatta ad ottobre 2016 dal Laboratorio Imagine di Giulio Moiraghi:

Exif_JPEG_PICTURE

ECCO LA CRISTALLIZZAZIONE SENSIBILE DEL 506 NON INTERRATO:

Exif_JPEG_PICTURE

WhatsApp Scrivici su WhatsApp