Articoli TecniciSecondarie

BOLLETTINO DI GESTIONE DELLA VITE IN BIODINAMICA – SETTEMBRE

Fase fenologica

BBCH 85-89 (fine invaiatura – piena maturazione)

Situazione:

Lo stato sanitario dell’uva dipende dalle eventuali infezioni, soprattutto di oidio, precedenti. In caso di grappoli colpiti si notano attacchi di marciume acido e botrite.

La maturazione fenolica procede in modo uniforme, agevolata da un clima piú stabile e temperature piú basse (o quantomeno notevoli escursioni termiche tra il giorno e la notte). Il grado zuccherino dipende fortemente dal carico di uva per pianta, l’aciditá é tendenzialmente abbastanza bassa.

La lignificazione è mediamente molto buona.

Difesa:

Sulle cultivar tardive si può contenere lo sviluppo di botrite e marciume acido con trattamenti a base di microorganismi (Bacillus amyloquiefaciens), prodotti a base di tannini di castagno o polverulenti contenenti zeolite, bentonite e solforosa.

Effettuare eventualmente una leggera cimatura laterale per regolare la vegetazione e ridurre la presenza di foglie che presentano sporulazione attiva di peronospora. Con il procedere della maturazione valutare una sfogliatura a livello grappoli sul lato nord.

 

In caso di grandinate effettuare un trattamento disinfettante con propoli, preparato 507 dinamizzato 20 minuti e applicazioni in polvere per asciugare e cicatrizzare.

Per aiutare la maturazione ripetere la spruzzatura del preparato 501 nei giorni di fiori o frutti, eventualmente abbinato al cornozolfo.

Predisporre le trappole per la coltura massale o il monitoraggio di Drosophila suzukii negli areali recentemente colpiti dal parassita. Non sottovalutare la diffusione tardiva di flavesvenza.

Buona vendemmia (possibilmente in giorni di giorni di fiori o frutti)!!!

 

Giulio Moiraghi – Spec. in vitivinicoltura biodinamica – imagine@biodin.com

 

 

WhatsApp Scrivici su WhatsApp