Riunione Europea sui cavalli da tiro a Castello di Tassarolo
FECTU si riunirà il 21-22 Marzo presso l’azienda Biodinamica Piemontese produttrice di vini Senza Solfiti.

Sono passati cinque anni da quando Henry Finzi-Constantine di Cavallavor e Massimiliana Spinola di Castello di Tassarolo hanno esplorato la Francia per cercare la razza di cavalli da tiro ideale per i lavori agricoli. E’ arrivato dopo poco tempo il primo cavallo Comtois, Titouan, da cui prendono il nome i due vini di punta dell’azienda un Gavi ed un Barbera, Senza Solfiti Aggiunti.
Adesso i cavalli sono tre, rigorosamente Comtois, ed è nata anche un organizzazione chiamata Cavallavor, parte di Agri.Bio Piemonte, ed una scuola dove si insegna a lavorare con i cavalli nelle vigne, nei campi, nell’orto e nel bosco.
Henry, nato a Londra, cosmopolita per vissuto, ed in Italia da 18 anni , negli scorsi tre anni ha lavorato con FECTU, Federazione Europea per la Trazione Animale. Madre lingua inglese, è stato presente a tutte le riunioni annuali dei 17 stati membri ascoltando e parlando con tutti i rappresentanti Europei: prima in Svizzera, poi in Belgio, ha cercato di sviluppare il ruolo del cavallo da tiro in Italia attraverso la sua organizzazione Cavallavor.
Grazie ad Henry oggi l’Italia della Trazione animale, quindi equidi impegnati in lavori agricoli o attaccati alla carrozza, è sulla mappa Europea e gli Italiani, coinvolti con i cavalli da lavoro, saranno in grado di esprimere le loro esigenze ed il loro punto di vista in Europa.

In un mondo che si muove velocemente verso l’ecologia e la produzione biologica per preservare il nostro pianeta e la salute dell’uomo, la trazione animale con mezzi tecnologici nuovi sta diventando un ponte tra il passato ed il futuro ed un passo obbligato per le azienda biodinamiche, ma anche una possibilità di accesso, a basso costo, per i giovani che si avvicinano all’agricoltura.
Pit Schlechter, presidente di Fectu, vegetariano, Henry e Massimiliana, vegana, condividono un grande amore e rispetto per gli animali lottando per ristabilire il ruolo del cavallo come amico e collaboratore dell’uomo come è stato per secoli nell’agricoltura e nei trasporti e non come carne da macello. Infatti il cavallo in molti stai Europei ed in USA è considerato “pet”, alla stesso livello del cane e del gatto e non può essere macellato.
L’azienda vitivinicola Castello di Tassarolo ed il vicino Castello di Tassarolo, appartenente alla storica famiglia Genovese dei Marchesi Spinola, ospiteranno il 22 e 23 Marzo i delegati di ogni paese ed il pubblico che sarà interessato.
Il Sabato si svolgerà nell’aula Magna del Castello: inizierà la giornata con la riunione degli stati membri, l’unico momento dell’weekend chiuso al pubblico.
Nel primo pomeriggio Th. Grosswiele parlerà dei fondi Europei a disposizione per la trazione animale. Henry concluderà la giornata, illustrando il suo nuovo progetto ecologico autosufficiente a trazione animale l’ ”Isola delle Verdure”, che verrà poi presentato presso l’azienda, con prove di trazione animale, domenica mattina.

Sabato sera, all’Agriturismo biologico Cascina Orto, FECTU presenterà i suoi progetti 2015 a tutti “i cavallavoratori” interessati alla trazione animale che potranno poi pranzare, su previa prenotazione, con i rappresentanti Europei. I vini certificati Biologici saranno offerti da Castello di Tassarolo. www.fectu.org
www.castelloditassarolo.it

WhatsApp Scrivici su WhatsApp