Biopensieri 2014

aprile 2014

I GRANDI RISCHI OCCULTATI E LE OPPORTUNITA’ DEL PRESENTE

Rudolf Steiner ne “I capisaldi dell’economia” ci dice che all’inizio del secolo vi era  una grossa differenza socio – economica  ed un grande scontro, anche non troppo latente, tra l’Inghilterra e la Germania fin dalla fine dell’800.
L’Inghilterra era  una piccola isola ma  aveva grandi colonie  ricche di materie prime ed inoltre aveva accumulato grandi capitali nel passato recente sempre sfruttando abilmente e senza tanta pietà le stesse  colonie. La Germania era prevalentemente un  paese agricolo, l’industrializzazione è arrivata più tardi che in Inghilterra. L’economia moderna è nata in questi due  importanti paesi in modo molto diverso: in Gran Bretagna con lo sfruttamento delle colonie,  tramite un ricchissimo mercato esterno, in Germania con la grande e florida agricoltura e l’artigianato,  tramite un  ricco mercato interno.
Questa radice storica ha creato l’opposizione storica  tra l’economia occidentale e l’economia  mitteleuropea che esiste tutt’oggi anche se con  forme  ed attori un po’ diversi.
Gli economisti da allora  non sono riusciti a trovare una mediazione tra questi due modi antitetici di fare economia, sapete benissimo che gli economisti non prevedono le regole economiche  ma nemmeno  le “vedono” ( sarebbe meglio dire fanno finta di non vedere): sono una classe “scientifica” assolutamente inutile oppure sarebbe meglio dire completamente  schiava ed asservita al potere (uno dei due citati).
La prima guerra mondiale nasce dalla  esigenza e dalla volontà inglese di dominare l’Austria e la Germania e di prendere il soppravvento anche sull’Europa, volontà mai sopita anche nel corso dei secoli passati come si evince leggendo  la storia,  non solo per ragioni economiche ma anche e soprattutto per ragioni  spirituali; questo tema lo affronteremo  meglio dopo. Non a caso in Inghilterra  il capo dello stato (la Regina) è  anche capo della religione anglicana, cosa unica al mondo! Questo non accade nemmeno nelle più sperdute tribù  africane … Il tutto è stato spiegato con documentazione ineccepibile da Rudolf  Steiner nel libro  “L’oriente alla luce dell’occidente”  già nel  1917 dove dimostra citando giornali etc. che la prima Guerra Mondiale è stata voluta e pianificata dall’Inghilterra per schiacciare l’Europa centrale.
Il nazismo, non a caso sovvenzionato con grandi fondi della massoneria americana ed inglese, come fu sovvenzionato e sostenuto  nella stessa identica maniera il bolscevismo  nel 1917 come “esperimento sociale”,   che è stato una  conseguenza (voluta)  della prima guerra mondiale, non va assolutamente accettato e condiviso ma va capito, va compreso  ed analizzato nel suo giusto valore anche e soprattutto spirituale  ed è  il frutto  diretto degli esiti  “guidati” prima e dopo della guerra del ‘15-’18 e  per capirlo occorre tornare alla  genesi della prima guerra mondiale.
 Se avete dei dubbi su cosa ho appena scritto sappiate che esistono numerosi libri ed articoli che dettagliano il grande intreccio massonico tra Inghilterra, USA, Germania, comunismo e nazismo, leggetevi per esempio “Le fonti finanziarie del comunismo e del nazionalsocialismo” di Oscar Sanguinetti scritto nel 1985  pubblicato in questa agribionotizie  di  aprile  2014 e magari rimarrete un po’ sconcertati degli oscuri intrecci ed interessi della “politica” … magari è l’ora di finirla di “professarsi”  inanimate marionette di sinistra o di destra.
La storia che ci “raccontano”  a scuola è spesso una  vera pagliacciata di numeri e date senza minimamente voler togliere il velo sulle vere cause ed i sotterfugi che furono  creati ad arte per “guidare”  e controllare gli eventi.
L’attentato di Sarajevo del 28 maggio del 1914 dove venne assassinato l’arciduca ereditario Francesco Ferdinando è stato pianificato, studiato, finanziato e voluto dall’Inghilterra con lo scopo di  far entrare in guerra l’Austria, la potenza più grande di allora e grande nemico economico dell’Inghilterra.
Era un nemico dell’Inghilterra perché vendeva i prodotti agricoli, artigianali ed industriali a prezzi più bassi degli inglesi ed andava assolutamente fermata, pena  il collasso dell’economia britannica e il blocco della sua espansione (economica, sociale e soprattutto spirituale) in Europa.
Allora non c’erano ancora strumenti creati solamente da pochi anni più fini  ed impalpabili come la borsa,  lo spreed, i rating  etc…
Innanzitutto va detto che la guerra è sempre la maniera più facile per fare soldi e sistemare le cose che non si possono “sistemare” con la politica, guardate ad esempio anche le  recenti “rivoluzioni” in  Iran, Irak, Libia, Egitto etc.
La Francia  e l’Inghilterra (fra l’altro loro stesse nemiche storiche, una vaticana e l’altra massonica)  non ancora contenti della vittoria ottenuta hanno distrutto e smembrato l’impero austro – ungarico ed hanno  schiacciato la Germania chiedendo immensi capitali come riparazione che avrebbero pesato per diverse generazioni sul popolo tedesco ed austriaco (combinazione come i debiti dei vari stati europei di oggi).
Dove fu firmato il patto di resa austro – tedesco? Su un treno, un mezzo in movimento, non in un grande palazzo  storico come si era sempre fatto,  al confine tedesco nel 1918, per infamare  ed umiliare i tedeschi, come dire che questo patto era “instabile” e sul confine;  la vittoria della guerra non bastava ancora  ai vincitori, volevano di più e lo fecero capire e soprattutto ne crearono i presupposti.
Fra l’altro fu  lo stesso treno sul quale fu fatta firmare la resa della Francia ad Hitler nel 1939: i tedeschi non  avevano dimenticato quella tremenda offesa!
Fra l’altro va ricordato che ben prima della seconda guerra mondiale la Francia aveva invaso la zona della Ruhr già nel 1923 perché la Germania non riusciva a pagare i grandissimi debiti contratti e faceva lavorare per sé gratis il popolo germanico di quella grande zona industriale tedesca schiavizzando, irritando ed irridendo il popolo tedesco che non a caso ha poi scelto un certo Hitler (sponsorizzato con centinaia di milioni di sterline e di dollari), per cercare un “suo” difensore della nazione.
Il popolo tedesco, di fatto,  con la seconda guerra mondiale ha lottato per la sua nuda esistenza, non riusciva a pagare i debiti di guerra, se uno lotta per la sua esistenza picchia più duro e non ha nulla da perdere, in particolare i tedeschi ne sono molto capaci, se ne ricordava anche Giulio Cesare nei  suoi scritti sulle difficili battaglie con i “barbari”  germani e gli svevi …
La storia la scrivono sempre i vincitori, mai i vinti. Lottando per la sua esistenza la Germania è andata nel buio della coscienza ed ha dato grande forza ad Arimane.
Hitler ha avuto la fortuna di trovarsi un popolo umiliato,  schiacciato ed annientato ad arte dai vincitori della prima guerra mondiale, altrimenti la seconda guerra mondiale forse non sarebbe nemmeno capitata.
Cosa si sta facendo invece oggi?
Non a caso l’Inghilterra non è mai entrata nell’euro, non vuole entrarci in altri modi e vuole dominarlo. Oggi in Europa non ci sono guerre manifeste ma guerre  “invisibili”, in una maniera molto più fine e democratica si fanno guerre finanziarie. Non avvengono distruzioni fuori,  non ci sono lanci di bombe o distruzioni di immobili, ma ci sono distruzioni dentro le persone, distruzioni che generano paura , perdita di coscienza e di consapevolezza, coprendo di debiti per generazioni  quasi tutti gli stati europei, partendo dai piccoli: Irlanda, Islanda, Grecia, poi a salire Portogallo, Spagna , Italia, Francia  per arrivare alla Germania (vero scopo, nemmeno tanto occulto di questa guerra)  come una malattia endemica. Per questo la Germania “ha scelto” di sacrificare gli altri stati rallentando solo la sua “ultima” agonia!
Da parte di chi viene condotta questa  guerra?
Chi da i voti sui rating agli stati  ed alle banche di che paese è?
Gli USA (ex colonia ed erede diretta dell’Inghilterra) che sono di fatto lo stato  più indebitato del mondo. Sarebbe come dire, da che pulpito si fa la predica! Come se un violentatore seriale dicesse che la violenza sessuale non è concepibile …
Gli USA scaricano i loro debiti sull’Europa  e sugli altri paesi del mondo come scaricano i costi delle guerre che periodicamente fanno per “salvare” il mondo.
La Germania è completamente ostaggio degli USA, non è libera di fare  quello che vorrebbe fare, basta guardare come agisce la  Merkel!
Chi c’è sullo sfondo di tutto questo?
Qual è il più grande creditore degli USA?
La Cina.
La Cina, in silenzio e senza apparire,  sta comprando terreni ed attività in mezzo mondo: tra i due pretendenti il terzo gode, nella guerra economica tra  Usa ed Europa, nella guerra tra massoneria e vaticano. Anche qui spesso si fanno accordi strani, parti di massoneria con parti di vaticano contro altre parti … ma sono giochini fatti per sviare l’attenzione.
Quale sarà la nuova guerra?
Non sarà una guerra di distruzione di materia come le altre,  ma una guerra sotterranea di distruzione di anime: guerra che genera  paura, paura per il futuro, paura per il presente, paura dentro, paura che ci fa perdere la coscienza di essere uomini.
Una guerra nell’anima di ogni uomo che fa dimenticare la nostra esigenza   spirituale e ci lega sempre più alla terra, ad Arimane, rendendocene lentamente ma inesorabilmente schiavi.
Perché succede questo?
Perché dal 1933  è possibile per ogni uomo incontrare  liberamente e personalmente  il Cristo per avviare con coscienze e consapevolezza la propria crescita spirituale  e si vuole far di tutto per distogliere ogni uomo da questa grande opportunità!
È questa la vera guerra totale di oggi, già iniziata, sottile sul piano materiale ma immensa sul piano spirituale: dall’inizio della crisi economica del 2009 ogni anno ci dicono “il prossimo anno sarà l’anno della ripresa” e noi ci crediamo. Per farci stare bravi ci cambiano ogni anno il presidente del consiglio con nuove promesse ed illusioni e noi  pure li votiamo ….
Perché succede questo, per quale scopo reale???
Per poter prendere tempo e preparare l’incarnazione  e lo sviluppo sulla Terra di Arimane che avverrà nel 21° secolo, ovvero in questi anni.
Questo è il vero scopo di questa crisi che da economica vuole diventare crisi spirituale: per far perdere la “strada” di casa   ad ognuno di  noi e per farci fare la strada che ha fatto Arimane sull’Antico Sole.
Arimane  è un Archai rimasto indietro nell’evoluzione, una entità di tre gerarchie sopra l’umano che l’ha rifiutata e  per questo ne soffre terribilmente e  vuole far  fare la stessa  fine all’uomo per fare diventare l’uomo una bestia come Arimane attraverso la  strada  che Rudolf Steiner chiamava “delle 16 rovine”.
Pensate al problema dell’Ucraina, che fino a ieri quasi nessuno sapeva che esistesse o dove fosse, questo sarà potenzialmente una nuova “Sarajevo” (combinazione sono  100 anni dall’evento) creata e guidata ad arte per poter innescare una guerra di “libertà” direttamente in Europa e sviare ulteriormente l’attenzione dai veri problemi  e dalle grandi opportunità che ho citato.
Pensiamoci bene, meditiamo su questi fatti, studiamoli e divulghiamo queste conoscenze, perchè non ci salveremo  da soli, ma solo come singoli individui coscienti e consapevoli  di una  unica cosciente e consapevole umanità altrimenti non ci resta quella che Rudolf Steiner chiamala “la guerra di tutti contro tutti”  della quale Bernard Lievegood già negli anni ’90 diceva che ci sarà un bell’antipastino già tra il 2020 ed il 2040 (mancano solo 6 anni).
Fra l’altro va sottolineato che Arimane non ringrazierà più di tanto i suoi uomini alleati di oggi  del lavoro fatto, ma una volta usati ed ottenuto lo scopo li tratterà come si usa un utensile inservibile, perché il cuore e la morale in questi esseri proprio non esiste.  
Quindi smettiamo di fare gli spettatori passivi e le comparse lamentose e muoviamoci personalmente! Per quel poco che valgono ancora i prossimi voti regionali ed europei qualche messaggio lo possono dare e qualche coscienza la possono risvegliare!

Occorre avere coscienza e consapevolezza delle cose che accadono, essoteriche ed esoteriche: con la Settimana Santa di Pasqua il Cristo ci ha chiaramente indicato la strada di una possibile rinascita spirituale individuale: perché dopo duemila anni che viene ripetuta in una inutile, zombesca e fredda forma fisica non iniziare ad usarla in una calda  ed umana forma spirituale? Magari la sostanza inizierà a cambiare!

Ivo Bertaina

WhatsApp Scrivici su WhatsApp